ancora a proposito di doccia…

“It is a very popular idea around my office for people to be showering with a friend.” 

Durante l’estate (australe) del 2002, nel mezzo di una siccità da record, i  cittadini dello stato di Victoria furono invitati dalle loro autorità locali a risparmiare l’acqua. Tra i suggerimenti, anche quello di fare la doccia insieme ad un amico o ad un’amica [1].

Il consiglio in sé è buono, ma rappresenta un effettivo risparmio d’acqua se i due stanno sotto la doccia per un tempo inferiore alla somma del tempo che impiegherebbero separatamente.

Ma metti il caso che tra i due scatti un’estemporanea scintilla più o meno prevedibile di passione amorosa: ecco che il tempo della doccia s’allunga di brutto – e magari diventa pure necessario insaponarsi e sciacquarsi una seconda volta, dopo – vanificando l’impegno profuso nel voler risparmiare l’acqua.

Invitare i cittadini a condividere la doccia con un estraneo o un’estranea non sembra essere un’alternativa praticabile. 
Resta solo il consiglio di fare una doccia fredda insieme ad un amico o ad un’amica.

Lascia un commento