no, la catena no!

Quel disgraziato di Giovanni ha coinvolto Stoney in questa catena il quale, disgraziato a sua volta, ha ben pensato di ottemperare e passare la palla a me. Si tratta, mi viene detto, di rispondere a dieci domande di matrice marzulliana e di coinvolgere altri tre malcapitati blogger ancora immuni.

Premetto che in cose del genere sono una frana (generalmente dopo mezz’ora mi dissocio da quanto scritto) ma ho promesso che ci avrei provato.

Se fossi un film?
“Il dormiglione” di Woody Allen. Perché sono un dormiglione, perché ho un’auto tedesca, perché vorrei svegliarmi tra qualche secolo solo per il piacere di dare una sbirciata al mondo che sarà. Chissà se più o meno inconsciamente desidero anche essere un orgasmatic…

Se fossi un flacone spray?
Ma chi diamine può riuscire ad immedesimarsi in un flacone spray? Tutte le volte ti schiacciano la testa e tu vomiti fuori tutto fino allo sfinimento… e in più buchi l’ozono. Copio Stoney, una bomboletta nelle mani di un graffitaro che abbia testa e cuore. Se proprio devo vomitare fino allo sfinimento, che sia almeno arte.

Se fossi un organo?
Organo del corpo umano? Organo di un corpo alieno? Organo di stampa? Organo nel senso di strumento musicale? Organo meccanico di trasmissione del movimento?
>> Dati insufficienti per risposta significativa
Sorry. Definire il contesto di “organo”.

Se fossi una cosa prestata?
Vorrei la libertà di decidere se tornare o no dal proprietario originale… ma mi pare che con le cose prestate già succeda così.

Se fossi un elettrodomestico?
Ho appena finito di schiacciare e impastare patate lesse (per i gnocchi di domani). Chiamatemi Moulinex.

Se fossi un oggetto del tuo bagno?
Grama vita. Sarei coperto di polvere per la maggior parte del tempo…

Se fossi un recipiente o un portaoggetti?
Ad esempio un portapenne pieno di matite, pastelli, pastelli a cera, pennarelli, clip, gomme, elastici, eccetera, eccetera. O una disordinata cassetta di attrezzi. Qualcosa di poco organizzato, ma utile.

Se fossi parte dell’arredo urbano?
Un vecchio grande albero in un parco. Piccioni inclusi.

Se fossi un elemento naturale?
Legno.

Se fossi una droga?
Il “soma” descritto da Aldous Huxley nel “Mondo Nuovo”. Farei star bene tutti senza effetti collaterali sgradevoli.

A questo punto dovrei coinvolgere tre bloggers passando loro la palla. Ci sono volontari?

4 commenti su “no, la catena no!”

Lascia un commento