al ministero alla semplificazione normativa(*) si fanno le pippe?

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n°142 alla Gazzetta Ufficiale n°180 del 05/08/2009 il Decreto legislativo 03/08/2009, n°106 recante “disposizioni integrative e  correttive del decreto legislativo 09/04/2008, n°81, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.

Si tratta di un documento di 240 pagine [1] che elenca revisioni e integrazioni, e quindi non può essere disgiunto dal decreto precedente che va a correggere.

Dal momento che le leggi siamo tenuti a conoscerle e che quindi ci vorrebbe un minimo di impegno per garantirne la leggibilità e la comprensione, era davvero opera così ardua e poco sensata annullare il decreto precedente e pubblicarne una nuova versione che recepisca tutte le modifiche e le integrazioni?

Ministro, per quanto riguarda semplificazione, accessibilità e trasparenza le conisiglio questa fonte di ispirazione, tra un cavillo e l’altro [2]. È pure scritta in italiano.

(* la dicitura esatta è Dipartimento per la Semplificazione Normativa).

3 commenti su “al ministero alla semplificazione normativa(*) si fanno le pippe?”

  1. Non ti preoccupare, appena avrai finito di leggerlo e ti sarai accorto che mancano comunque 3 o 4 decreti attuativi senza i quali è tutta carta straccia, il Dlgs verrà abrogato e sostituito con qualcosa di radicalmente nuovo, più complesso e con più regolamenti attuativi che usciranno a partire dal 10°anno successivo e saranno aggiornati con cadenza semestrale.
    Mica vuoi togliere il porsche di bocca a tanti poveri parlamentari e studi legali, vero?

    Malfidato, così si combatte la crisi e si producono nuovi posti di lavoro.

  2. Se ci aggiungi che l’indotto costituisce una sostanziosa % dell’Aula… tutto è ancora + chiaro: è bello autogenerarsi occasioni di lavoro…

Lascia un commento