ancora, ancora, ancora!

Forse avete presente quell’esperimento dove c’è una cavia con un elettrodo collegato ai centri del piacere del cervello e ad un pulsante: ogni volta che la cavia lo preme viene gratificata da un’ondata di piacere che dura qualche minuto. La cavia impara in fretta il collegamento causa-effetto tra il premere il pulsante ed il piacere e comincia a premerlo compulsivamente ogni volta che l’effetto si esaurisce, fino allo sfinimento.

Disumano, vero?

Ecco, ora sapete in che condizioni ero sabato mattina nella vasca dell’idromassaggio caldo.

3 commenti su “ancora, ancora, ancora!”

  1. @Stoney: No, no, niente di così invasivo. È che appena l’acqua finiva di bollire, mi buttavo compulsivamente sul pulsante apposito per farla ripartire.
    Forse dovevo specificarlo meglio… 😀

    @blépiro: Troppo buono… 😉

Lascia un commento