e farà bene

“Quello che s’è visto distruggere l’auto [1] ne comprerà un’altra, poi quando si troverà un marocchino attraversargli la strada lo tirerà sotto di sicuro.”
“E farà bene.”
“Ma che c’entra quel poveraccio col vandalo che gli ha sfasciato l’auto?”
“Niente, ma farà bene lo stesso.”

È tutto qui l’errore, semplice e enorme: identificare un individuo con il suo gruppo (sociale, etnico, culturale, etc.) di appartenenza e viceversa.

Distinguere l’individuo dal suo gruppo, vedere la persona sotto l’etichetta, costa fatica. Pone ogni individuo davanti alle proprie singole responsabilità, denudate dall’alibi del gruppo. Alibi che fa comodo anche a ogni razzista, consapevole o meno di esserlo.

2 commenti su “e farà bene”

  1. Indubbiamente.
    È altrettanto sbagliato prendersela indiscriminatamente con tutti gli italiani per colpa degli errori di alcuni ministri, assessori e loro sostenitori.

Lascia un commento