betametasone

Anni fa ho lavorato per un’officina farmaceutica che produceva una crema a base di betametasone per il mercato estero. Il mercato a cui erano destinate le migliaia di tubetti era quello dell’Africa occidentale dove, mi venne detto, più che per un uso medico in senso stretto, la crema veniva usata allegramente per sfruttarne uno dei tanti effetti collaterali, quello di schiarire la pelle.

Me ne sono ricordato leggendo questa notizia di ieri [1].
Dagli steroidi alla chirurgia estetica. Anzi, anestetica.

3 commenti su “betametasone”

  1. All’azienda per cui lavoravo dell’uso proprio o meno del medicamento non gliene fregava granché. Finché ce la comprano, gliela produciamo. E tutto sommato la cosa non mi scandalizza più di tanto.
    Mi lascia più basito questa “colonizzazione dell’immaginario” anche se, a voler ben guardare, è solo la riproposizione su nuovi gruppi sociali dello stesso meccanismo per cui una persona bianca e italiana si sottopone a interventi simili perché insoddisfatta del proprio aspetto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.