dal pulpito

Vi arrogate il diritto di decidere quale sessualità è contro natura e quale non lo è.
Senza nemmeno porvi il dubbio di quanto sia naturale il vostro rinunciarvi (a parole). [1]
Viene da chiedersi chi siano davvero i malati.

Se non fosse tragico, riuscirebbe persino ad essere buffo.

2 commenti su “dal pulpito”

  1. Speriamo che implodano. Ho l’impressione che la loro credibilità (al di fuori dei nostri confini) sia ormai al lumicino. Anche se non succederà, c’è qualcuno che minaccia di arrestare il Papa. Direi che nella storia moderna, è perlomeno inaudito. Il vento farà il suo giro?

  2. Ti racconto un aneddoto capitatomi alcuni anni fa: stavo in collegio dalle suore e una volta al mese dovevamo partecipare a un incontro “formativo”. La volta in questione si parlava di vita religiosa e castità (più o meno il tema era questo, non posso essere più precisa): al che io ho fatto notare che la Bibbia dice “andate e moltiplicatevi”, e che quindi il celibato va contro un comandamento di Dio. Il prete-relatore mi ha risposto “sono forse meno uomo io perché non divido il mio letto con una donna?”. Ecco, subito a pararla sul sesso. E poi siamo noi i peccatori malpensanti lussuriosi.
    Per la cronaca, mi aspettavo qualcosa tipo “la mia famiglia è la mia Chiesa”, o cose del genere: come dice la birra, W la sincerità!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.