magic italy (un pippone)

Sarà che il mio punto di vista sull’argomento non è assolutamente neutrale, ma a me la posizione di Marchionne sul futuro italiano della Fiat suona nei modi un po’ ricattatoria: o fate come voglio io, o sposto le mie produzioni altrove.

Va però riconosciuto che questo atteggiamento ha alla base le stesse ragioni che oggi fanno fuggire o tengono lontane dal nostro paese aziende estere che invece potrebbero creare occupazione.
Non credo che si possa guadagnare competitività attraverso un’ulteriore compressione dei salari netti o con un’ulteriore fluidificazione del mercato del lavoro; sono entrambe misure che affossano ulteriormente la domanda interna, dato che per essere buoni consumatori occorre avere un reddito decente e ragionevolmente affidabile. Senza contare che già gli strumenti odierni di flessibilità sono sfruttati oltre il limite della decenza (e forse della legalità).

Immaginandomi nei panni di un potenziale investitore straniero che vorrebbe aprire o rilevare un sito produttivo in Italia, mi trovo davanti un fisco esoso e complicato che finanzia una pubblica amministrazione che non vale quel che mi costa e non mi supporta, una serie di extra-costi sommersi, quando non illegali, per sbrogliare la matassa amministrativa e assicurarmi che la mia attività non venga boicottata, una giustizia civile a cui risulta di fatto inutile rivolgersi, visti i tempi elefantiaci che vanificano anche gli effetti pratici di eventuali sentenze giuste.
Ma chi me lo farebbe mai fare? Il presunto prestigio dell’Italia, che sopravvive solo nella fantasia degli italiani?
Ok, magari avrò la possibilità di assumere una segretaria procace, come mi promette il premier, ma temo che come incentivo sia un po’ scarso. Anche altrove le segretarie procaci esistono, e competere sulla procacità delle segretarie a colpi di silicone mi pare una soluzione dal respiro non abbastanza ampio.

Poi leggi sui giornali della mafia che ricicla i suoi capitali investendo in energia eolica e solare [1] mentre il governo cerca di disseppellire lo zombie dell’energia nucleare. E ti viene da ridere, e da piangere.

Un commento su “magic italy (un pippone)”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.