basta poco

“…a riguardo ho letto il caso di un uomo che ha voluto provare un profumo da donna, e al termine di un percorso durato dodici mesi è diventato omosessuale”. [1]

Decenni di studi su psicologia infantile, identità di genere, pressione sociale, ereditarietà genetica… e salta fuori che tutto quello che devi fare è tenere tuo figlio maschio lontano dalle boccette di Chanel.

Continuo a non capire perché ci si ostina a chiedere indicazioni su come vivere la propria sessualità (omo o etero che sia) a persone – generalmente anziane – che ne hanno una conoscenza solamente teorica, o che ne hanno un’esperienza vissuta molto probabilmente senza alcuna serenità.

Lascia un commento