auguri e figli maschi

La Cina è di fronte a una crisi demografica: è destinata a diventare una nazione di scapoli

Le statistiche parlano di una media nazionale di 120 uomini ogni 100 donne, con punte locali che arrivano fino a 160/100 sull’isola di Hainan.
Uno sbilanciamento più marcato si può trovare nella storia solo tra le prime comunità di coloni bianchi che arrivarono in Australia, soccorse dalla Corona d’Inghilterra, che reperì donne da inviare nella colonia da marciapiedi, bordelli, galere e orfanotrofi per compensare lo squilibrio. Tutto ciò è ben documentato presso l’Hyde Park Barracks Museum di Sydney.

Su una popolazione che supera il miliardo di persone, mancano all’appello oltre 100 milioni di donne. Abortite prima di nascere o uccise neonate o lasciate morire, le bambine sono meno apprezzate dei maschietti e pagano sulla loro pelle la politica governativa del “figlio unico”, resasi necessaria per contenere l’esplosione demografica nazionale.

Mi chiedo cosa faranno i pragmatici cinesi nel prossimo futuro, soprattutto se l’impossibilità matematica di trovare una compagna porterà molti uomini nel pieno dei loro anni a turbare l’ordine sociale.

Un “ratto delle Sabine” condotto su scala nazionale significa guerra aperta con qualche nazione vicina (Russia? Mongolia? Vietnam?), un’esportazione del surplus di uomini potrebbe trovare i suddetti vicini altrettanto poco d’accordo. Già lungo la linea di confine tra Russia e Cina lungo l’Amur si stra creando un sensibile gradiente di pressione demografica, con una Siberia che va spopolandosi ed una Cina sempre più affollata.

Il partito comunista si ritroverà costretto a fare propaganda a favore della masturbazione e dell’omosessualità maschile, da sempre viste come comportamenti tipici del degradato occidente capitalista?
Per una nazione che ha fatto dell’armonia degli opposti yin e yang una base della propria cultura, sarà difficile far accettare apertamente l’omosessualità, benché negli anni questa sia fortunatamente sempre meno criminalizzata [1].

Continuo a credere che una relazione tra due uomini turbi molto meno l’armonia degli opposti yin e yang della selezione genetica operata dalla popolazione cinese a danno delle sue bambine.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.