lo sai che sono cecato…

Secondo una diffusa credenza popolare, la comparsa in sogno di persone care defunte dovrebbe suggerire al sognatore una serie di numeri vincenti da giocare al lotto. Per i sognatori meno esperti di cabala, la persona cara spesso arriva a recitare i numeri, o a mostrarli, o a comparire insieme ad essi nell’azione del sogno.

L’altra notte ho sognato mio padre, inquadrato a figura intera. Regge tra le mani un cartello grossomodo di formato A3, tenuto orizzontalmente su cui è disegnato un simbolo di infinito (∞) tracciato con un tratto composto da tre colori tenui affiancati. Lungo il tracciato del simbolo, sono scritti dei numeri in grassetto nero. Ma nel sogno li vedo sfuocati e non riesco a distinguerli.

Papà, abbi pazienza. Lo sai bene che sono miope…

Nel frattempo, qualcuno ha notizia di una qualche cyber-interfaccia non invasiva che possa estrarre l’immagine dalla mia memoria per poterla ingrandire? Prometto un’equa spartizione della vincita.

2 commenti su “lo sai che sono cecato…”

  1. Pure io sono cecato, un consiglio: questa notte dormi con gli occhiali, non si sa mai che rifai lo stesso sogno 😉
    Secondo me però almeno 3 numeri te li puoi giocare:
    – 3 (visto che il foglio sembrava un A3)
    – 8 (se rovesci il simbolo di infinito)
    – 24 (8×3 :D)

  2. Uhm a sto punto, visto che e’ il periodo giusto, potremmo chiedere l’interpretazione del sogno ad un esperta di cabala, madonna in sti giorni dovrebbe essere disponibile ahahahahahah

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.