potrei sbagliare

Potrei sbagliare, ma la mia impressione è che le primarie travestano da presunta “democrazia diretta” l’incapacità dei partiti di interpretare il presente e progettare il futuro.

Potrei sbagliare, ma la mia impressione è che le primarie siano un gioco fratricida che va a sancire e legittimare l’esistenza di correnti l’una contro l’altra armate e bisognose di contarsi qualora arrivassero dividendi di potere da spartire.

Potrei sbagliare, ma la mia impressione è che le primarie esaltino il protagonismo individuale e il culto della personalità mediatico-carismatica quando questo modello, vincente negli ultimi vent’anni, comincia a mostrare la corda.

Potrei sbagliare, ma non sono per niente convinto che siano una buona idea.