ho comprato uno di quei cosi (2)

Funziona davvero come un libro “vero”. Nel senso che sei lì che leggi sotto il piumone e fuori senti il picchiare della pioggia sul tetto e dopo un po’  ti accorgi che stai rileggendo per la quarta volta la stessa riga, con la palpebra sempre più pesante. La differenza è quando chiudi gli occhi, che … Continua a leggere ho comprato uno di quei cosi (2)

ho comprato uno di quei cosi

Tempo fa D. mi ha passato tutto il ciclo dei robot + impero + fondazione asimoviani su cinquantuno files pdf (grazie). Dopo aver passato un po’ di tempo a leggere col portatile sulla panza – panza solitamente contesa tra portatile e gatta, entrambi scaldano, anche se il calore della gatta è meglio distribuito – mi … Continua a leggere ho comprato uno di quei cosi

mi ricordo

Questo post è un esercizio ispirato dall’omonimo libro di Matteo B. Bianchi (Fernandel, 2004). l’automobile a pedali, rossa, col numero 33 mia nonna che prepara il croccante con le nocciole che abbiamo raccolto nel bosco del balcone di casa di B., al piano sotto il nostro l’Automat di Praga, prima che venisse riconvertito in un … Continua a leggere mi ricordo

reazioni

Qualcuno – non ricordo più chi – disse che un chimico è una persona che lega molta della propria vita ad un paio di reazioni incontrate su un libro di testo. Queste due sono tra le principali a cui devo dieci anni di stipendio. Le menziono qui a mo’ di ringraziamento per tutti quei colleghi, … Continua a leggere reazioni

meno 18

Il referendum sull’estensione dell’articolo 18 è naufragato e, considerata l’ampiezza dello schieramento avverso alla vigilia, il risultato non sorprende. Mesi fa ho letto un breve libro di Barbara Ehrenreich, “Una paga da fame – come (non) si arriva a fine mese nel paese più ricco del mondo”.Un reportage sul campo in cui la scrittrice cambia … Continua a leggere meno 18