spetasciarsi

Ho capito perché quando nevica vai piano piano piano  piano piano. Non è questione di gomme lisce, di aderenza al fondo stradale, di spazio di frenata. La verità è che ti piace un sacco vedere i fiocchi di neve spetasciarsi sul parabrezza. E se vai a oltre i trenta all’ora lo spostamento d’aria li devia, … Continua a leggere spetasciarsi

disgelo

È vero, avrei potuto farmela a piedi anche stamattina. Ma certe cose a ripeterle perdono quasi tutto ciò che vi era di bello. A proposito di neve, …a metà degli anni ‘70, chiunque ad Arezzo conosceva l’Omino d’oro e la sua storia. La mente può uscire dai binari della normalità e imboccare quelli della poesia; … Continua a leggere disgelo

…e non vuole smettere (2)

Al lavoro oggi ci sono arrivato. Dal colle sono sceso approfittando di un passaggio del mio vicino superattrezzato (anche i SUV ogni tanto, nel contesto adatto, servono a qualcosa), il resto l’ho fatto a piedi fino in fabbrica – un’oretta abbondante di cammino immerso in un paesaggio irriconoscibile e nella neve fino alle caviglie. Sarebbe … Continua a leggere …e non vuole smettere (2)

…e non vuole smettere

Son riuscito a tornare a casa in auto, anche se appena in tempo. Se avessi atteso quella mezz’oretta in più, l’auto non ce l’avrebbe fatta a fare la salita. Domani non so bene come riuscirò ad andare al lavoro. Speriamo che smetta di nevicare e che lo spazzaneve faccia un giro al mattino presto. Del … Continua a leggere …e non vuole smettere

bella gente 2 – il tazebao livoroso

Oltre alla neve, sul condominio si sta abbattendo anche un’ondata di grafomane coprolalia. Stasera, appesa (come ormai di consueto) al cancello in una bella bustina protettiva trasparente, è comparsa una nuova lettera aperta da vicino/a anonimo/a incazzato/a a vicino/a anonimo/a spregevole avente per oggetto il trafugamento di una piantina (morta, peraltro, ci informa lo/la scrivente). … Continua a leggere bella gente 2 – il tazebao livoroso

povera biancaneve…

Povera Biancaneve, da mesi giace abbandonata nel prato accanto alla piattaforma ecologica. Non c’è traccia di principi che la possano risvegliare, né di ranocchi aspiranti principi, né di nanetti. Viene quasi da pensare che una bara d’oro e cristallo sia fondamentale per un lieto fine.

mi ricordo

Questo post è un esercizio ispirato dall’omonimo libro di Matteo B. Bianchi (Fernandel, 2004). l’automobile a pedali, rossa, col numero 33 mia nonna che prepara il croccante con le nocciole che abbiamo raccolto nel bosco del balcone di casa di B., al piano sotto il nostro l’Automat di Praga, prima che venisse riconvertito in un … Continua a leggere mi ricordo

piccola gita familiare

Oggi piccola gita sul Bernina Express e sull’onda dei ricordi familiari. È stato il mio regalo per mia madre, mio fratello e la nipotina (che ancora non aveva visto tanta neve tutta in una volta). Dopo tanta cagnara festaiola fin troppo chiassosa, una giornata (lunga… sveglia alle 5 e mezza per arrivare in tempo a … Continua a leggere piccola gita familiare