celebrazioni

Ho passato la festa del 150° a dare una gran bella ripulita a casa (mi hanno aiutato). Ora il bagno è tanto splendente da mettermi a disagio. Quasi scendo a pisciare in giardino per non sporcarlo. Per fortuna la gatta, passato il terrore dell’aspirapolvere, ha ricominciato a diffondere pelo in giro per le stanze. Comunque … Continua a leggere celebrazioni

ho comprato uno di quei cosi

Tempo fa D. mi ha passato tutto il ciclo dei robot + impero + fondazione asimoviani su cinquantuno files pdf (grazie). Dopo aver passato un po’ di tempo a leggere col portatile sulla panza – panza solitamente contesa tra portatile e gatta, entrambi scaldano, anche se il calore della gatta è meglio distribuito – mi … Continua a leggere ho comprato uno di quei cosi

trasparenze – fatemi capire (3)

Con l’avvicinarsi delle prossime elezioni amministrative, il presidente della mia provincia ha fatto distribuire via posta a tutti i suoi amministrati un (a)periodico (c’è scritto “periodico” sulla rivista, ma chi si ricorda quand’è uscito l’ultima volta?) in cui viene rendicontata l’attività svolta durante l’ultimo mandato. La solita operazione di propaganda elettorale della parte uscente, pagata … Continua a leggere trasparenze – fatemi capire (3)

futura extra black

Supponiamo che si possa essere sereni senza essere felici. Come va interpretato questo messaggio? “Accetta serenamente la tua infelicità”? No, grazie (e se i miei genitori non avessero fatto di me una persona educata, ci aggiungerei anche un “vaffanculo” di contorno). Gli Afterhours, nel ricevere il premio della critica, si sono presentati sul palco sfoggiando … Continua a leggere futura extra black

il tecno-eremita

Vorrei imbattermi in un’offerta di lavoro in cui qualcuno cerca un tecnico da chiudere in un laboratorio con qualche apparecchiatura astrusa, a cui il lavoro verrà passato da sotto la porta o da qualche feritoia ad hoc e che avrà la necessità di scambiare con altri esseri umani non più di una mezza dozzina di … Continua a leggere il tecno-eremita

è quasi andata… (auguri!)

Forza. Anche questo natale è passato e potete finalmente smettere di desiderare di diventare più buoni. 😉 Ed è vero che anche il capodanno è una convenzione, ma pare che in molti abbiamo bisogno della sensazione – ancorché effimera – di cambiare pagina, di vedere scattare tutti quegli zeri insieme sul contachilometri, di chiuderci alle … Continua a leggere è quasi andata… (auguri!)

memoria esaurita (2)

“Italiani brava gente” è un meme altamente resistente. Da decenni rimbalza di mente in mente, senza dare segni di usura e di stanchezza. Siamo un popolo che ama perdonarsi, rimuovendo dalla memoria collettiva gli episodi che smentiscono questa idea [1]. Rimozione che trova una definitiva legittimazione politica nella cosiddetta “seconda repubblica”, in cui al potere … Continua a leggere memoria esaurita (2)

il cortile

Mia madre non smise di lavorare dopo avermi messo al mondo. L’avrebbe fatto qualche anno dopo, con la nascita di mio fratello. Fino ad allora, venivo svegliato al mattino e portato dai miei nonni, dove avrei passato la giornata (all’asilo ci andai poco, ma questa è un’altra storia). E dai nonni avrei continuato ad andare … Continua a leggere il cortile

rush finale

Ancora un mese e questa lenta agonia avrà – sperabilmente – una fine. Domani riprendono le trattative tra l’azienda e le RSU. A questo punto, l’unico oggetto del contendere è valutare se l’azienda ha intenzione di darci soldi (e quanti) che vadano ad integrare la cassa integrazione straordinaria che chiederà al ministero, oltre all’iscrizione nelle … Continua a leggere rush finale