la panacea

In Italia gli oneri fiscali sul lavoro sono tali che gli imprenditori nazionali se ne vanno e quelli stranieri se ne stanno tranquillamente alla larga. In Italia un processo arriva a durare decenni e quando finalmente ti viene riconosciuto lo straccio di ragione che avevi, spesso non serve più a nessuno. In Italia la convivenza … Continua a leggere la panacea

magic italy (un pippone)

Sarà che il mio punto di vista sull’argomento non è assolutamente neutrale, ma a me la posizione di Marchionne sul futuro italiano della Fiat suona nei modi un po’ ricattatoria: o fate come voglio io, o sposto le mie produzioni altrove. Va però riconosciuto che questo atteggiamento ha alla base le stesse ragioni che oggi … Continua a leggere magic italy (un pippone)

l’inizio è sempre altrove

Non ha senso parlare delle croci sulle pareti delle aule scolastiche mentre l’intonaco si stacca. Non ha senso parlare dell’intonaco che si stacca mentre il governo taglia i fondi alla pubblica istruzione. Non ha senso parlare del taglio dei fondi alla pubblica istruzione mentre il gettito fiscale diminuisce per via della crisi. Non ha senso … Continua a leggere l’inizio è sempre altrove

sì, no, non so – i tre referendum elettorali

Aggiornato il 12/6/9 Ricordo le campagne referendarie sul mantenimento della possibilità di divorziare e di abortire. Benché allora non potessi votare, ricordo le accese discussioni in famiglia che i quesiti innescavano. Oggi i referendum sono un appuntamento meno incisivo e coinvolgente rispetto ad allora. A volte l’astensione è stata volutamente fomentata, come nel caso del referendum … Continua a leggere sì, no, non so – i tre referendum elettorali

impari opportunità

Quanto alle pari opportunita’ ”va ribaltata la visione sessantottina. Per noi le pari opportunita’ non sono ne’ rivendicazioni femministe ne’ matrimonio gay, ma uguaglianza da garantire sui punti partenza”. [1] Sono stufo di sentire ministre e parlamentari disprezzare la “visione sessantottina” e le “rivendicazioni femministe” senza rendersi conto che senza quella visione e quelle rivendicazioni … Continua a leggere impari opportunità

un, due, tre, libero per me

Stamani la lettera di dimissioni è stata datata, stampata, firmata, consegnata e controfirmata. Avevo bisogno di una spinta per decidermi. Speravo in una spinta migliore – un altro lavoro – invece sono state le parole di un (ormai ex) collega a farmi decidere. Sentendomi dire “mi sono rotto i coglioni di quest’azienda che non dà … Continua a leggere un, due, tre, libero per me

yes, they can

Forse hanno ragione i pessimisti, a vederlo – nonostante lo sbandierato “cambiamento” a tutti i costi – comunque continuatore del sistema di potere che da oggi rappresenta ufficialmente. A vedere riposte ingenuamente nella sua persona troppe speranze, anche tra loro in contraddizione. Però è un fatto storico che sia il presidente di un paese dove … Continua a leggere yes, they can

anche l’operaio vuole il figlio dottore

“…del resto, mia cara, di che si stupisce? anche l’operaio vuole il figlio dottore, e pensi che ambiente che può venir fuori. Non c’è più morale, contessa.” Quando finii le scuole medie gli insegnanti furono unanimi nel consigliare ai miei genitori di farmi continuare a studiare. La scelta della scuola superiore che avrei frequentato cadde … Continua a leggere anche l’operaio vuole il figlio dottore

0,000002%

Salvo mutamenti imprevisti, è notizia di questi giorni che si tornerà a votare a metà aprile e ancora il voto si presenta accompagnato dalle stesse condizioni al contorno di due anni fa: conflitto di interessi, concentrazione del potere massmediatico, coriandolizzazione del quadro politico. In un paese normale è giusto fare riforme cercando un accordo ampio … Continua a leggere 0,000002%