ho comprato uno di quei cosi

Tempo fa D. mi ha passato tutto il ciclo dei robot + impero + fondazione asimoviani su cinquantuno files pdf (grazie). Dopo aver passato un po’ di tempo a leggere col portatile sulla panza – panza solitamente contesa tra portatile e gatta, entrambi scaldano, anche se il calore della gatta è meglio distribuito – mi … Continua a leggere ho comprato uno di quei cosi

otto marzo

Alcune di voi faranno spallucce, dicendo che è diventato un rito svuotato di ogni significato. Si smarcheranno dal femminismo, roba vecchia, buona solo per comuniste nostalgiche prive di ogni fascino, ormai non più necessaria. Diranno che oggi in Italia le donne non sono più sfruttate, che c’è persino troppa libertà e che forse è meglio … Continua a leggere otto marzo

conosci bene wordpress?

Questo blog usa come piattaforma WordPress – la versione attuale è la 2.8.1. Da quando ho aggiornato alla 2.7 mi capita che i feed vengano inviati come riassunto (cioè troncati), indipendentemente dall’opzione scelta nell’apposita pagina (“riassunto” oppure “tutto il testo”). Pensavo fosse un buco della 2.7, ma l’aggiornamento alla 2.8 non l’ha risolto. Prima che … Continua a leggere conosci bene wordpress?

outsourcing

Ho perso il conto delle diverse banche dati – e dei diversi format che queste utilizzano – su cui ho inserito il mio CV opportunamente parcellizzato, sminuzzato, interpretato e digerito. Spesso trovandomi perplesso davanti a lunghissimi menù a tendina a scelta obbligatoria che non riportano comunque qualcosa che definisca esattamente quali siano stati i miei … Continua a leggere outsourcing

una terapia semplice e antica (2)

E venne il giorno in cui la caldaia si stancò di prendere “una botta o due nel punto giusto dello chassis data con la giusta energia” [1]. Molto perfidamente, la caldaia non ha smesso di funzionare tout court, anzi, in apparenza sembra andare tutto bene; i falsi contatti non si verificano più e non è … Continua a leggere una terapia semplice e antica (2)

anche l’operaio vuole il figlio dottore

“…del resto, mia cara, di che si stupisce? anche l’operaio vuole il figlio dottore, e pensi che ambiente che può venir fuori. Non c’è più morale, contessa.” Quando finii le scuole medie gli insegnanti furono unanimi nel consigliare ai miei genitori di farmi continuare a studiare. La scelta della scuola superiore che avrei frequentato cadde … Continua a leggere anche l’operaio vuole il figlio dottore

usb

È solo ieri sera che mi sono reso conto d’aver perso la mia chiavetta USB. Niente di particolarmente grave, non fosse che vi sono salvati sopra i miei piani per la conquista del mondo. Nel caso qualcuno la ritrovi, me la faccia riavere, per favore. Una volta conquistato il mondo gli regalerò Giappone, Kamčatka e … Continua a leggere usb

respirazione artificiale

Terremo a Caserta il prossimo 6 settembre l’assemblea annuale di Wikimedia Italia. Come l’anno scorso a Roma, è il momento in cui l’assemblea elegge il nuovo direttivo. Su 180-e-rotti soci, nessuno sembra finora intenzionato a candidarsi. Nemmeno io. Per quanto riguarda me, la frase abbastanza lapidaria a motivazione di questa mia scelta è “sono stanco”, … Continua a leggere respirazione artificiale

gasp!

Wikimedia Foundation riceve dalla Fondazione Sloan una donazione di 3 milioni di dollari distribuiti su tre anni [1] a cui si aggiunge quest’anno un altro mezzo milione donato da Vinod e Neeru Khosla. Da soli non basterebbero comunque per mandare avanti tutta la baracca, ma dovrebbero riuscire ad allontanare per un po’ lo spettro del … Continua a leggere gasp!