intimisto (o di un pentolino di cazzi miei)

Ieri un amico mi ha chiesto come va. È stata un’occasione per un estemporaneo bilancio di questo periodo balordo. Tre mesi non sono molti e oggettivamente non ho problemi, non sono in mezzo a una strada né rischio di finirci. Sono solo un po’ stanco di questa inutilità e deluso dalla mia incapacità di farvi fronte. Complice anche l’afa di … Continua a leggere intimisto (o di un pentolino di cazzi miei)

respirazione artificiale

Terremo a Caserta il prossimo 6 settembre l’assemblea annuale di Wikimedia Italia. Come l’anno scorso a Roma, è il momento in cui l’assemblea elegge il nuovo direttivo. Su 180-e-rotti soci, nessuno sembra finora intenzionato a candidarsi. Nemmeno io. Per quanto riguarda me, la frase abbastanza lapidaria a motivazione di questa mia scelta è “sono stanco”, … Continua a leggere respirazione artificiale

qui siamo e qui restiamo (purtroppo)

Ancora un po’ di sangue italiano – più prezioso per fare consenso di quello americano o peggio ancora iracheno – ci sprofonda nelle sabbie mobili politiche di questa guerra nata sbagliata il cui unico effetto positivo è stato quello di togliere dalla scena un dittatore e che ora degenera perché le potenze occupanti si stanno … Continua a leggere qui siamo e qui restiamo (purtroppo)